domenica 28 febbraio 2016

Mazza vuole scendere dal tram (ma è troppo tardi)

Articolo apparso nel 2008 su "Seregno inform@", periodico dell'amministrazione comunale seregnese
Sul tracciato della metrotramvia a Seregno non siamo mai stati teneri. Su questo blog abbiamo più volte sottolineato le criticità riguardanti il consumo di suolo all'interno del PLIS Brianza Centrale (leggi qui).

Dalle ultime dichiarazioni del sindaco Mazza la decisione di realizzare la metrotramvia viene definita: "Una scelta sconsiderata che devasta un intero quartiere e di cui non si intravvedono gli obiettivi. Un progetto, adesso, contestato da tutti".

Nel 2009 quando la Corte dei Conti emise parere favorevole alla Delibera CIPE che approvava il progetto definitivo dell'opera, l'allora sindaco Mariani e attuale vicesindaco si esprimeva in maniera diversa: "A un anno di distanza dalla firma del documento che approvava il progetto definitivo, il parere della Corte dei Conti è il premio di un lungo e intenso lavoro, soprattutto dei sindaci per realizzare una rete di trasporto veloce ed efficiente in Brianza".

Ordunque se il sindaco Mazza è davvero convinto che si tratta di "una scelta sconsiderata che devasta un intero quartiere" cosa ha fatto per contrastare questa scelta durante il suo mandato amministrativo in maggioranza? Perché si tiene in giunta uno degli artefici di questa scelta?

15 commenti:

  1. Mazza non perde occasione per dire stupidaggini. Purtroppo, avendo egli responsabilità amministrative, sono stupidaggini che potrebbero costare care alla cittadinanza (come quelle del suo predecessore).
    Mi meraviglio invece dell'atteggiamento del PD che dovrebbe appoggiare l'opera (avendola proposta assieme agli ambientalisti ed anche a Rifondazione Comunista nell'ormai lontano 2001) ed invece cavalca l'onda degli oppositori. Per quanto riguarda il mio partito, Rifondazione Comunista, pur avendo avuto da dire circa i dettagli del tracciato, non ritiene ci siano gli estremi per contrastare l'opera e non riteniamo che questa sia devastante rispetto al quartiere. Sono ben altre le scelte urbanistiche fatte in questi ultimi anni che incidono gravemente sull'intero territorio seregnese e che ci portarono, ad esempio, a votare contro il PGT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ho già avuto modo di dire che noi, come PRC e FDS, avevamo dei dubbi circa il deposito ed alcuni dettagli del tracciato seregnese ed avevamo chiesto una maggiore e più qualificata presenza dell'Amministrazione seregnese durante la fase progettuale. Al momento il progetto è quello che tutti conoscono con poche o nulle possibilità di variazione ma gli stessi che sono stati colpevolmente assenti ora cavalcano e fomentano l'opposizione all'opera. Detto questo noi manteniamo la nostra opinione favorevole alla sua realizzazione.

      Elimina
    3. Buona sera Romeo mi sento il dovere di scusarmi con il commento in cui avevo detto che il PD nel 2006 si era poi detto contrario all'opera. In realtà in quell'occasione, come in altre, il PD non ha cambiato idea sull'opportunita del prolungamento a Seregno ma voleva giustamente aprirsi ad un dialogo maggiore ed informativo verso le opinioni dei cittadini e dei Comitati di quartiere su tracciato ed altre questioni connesse all'opera in oggetto.
      Mi scuso con i rappresentanti del Pd per l'informazione non corretta che ho riportato.

      Elimina
  2. Il tram è cosa utilissima per Seregno, consente un facile accesso pubblico al polo ospedaliero di Desio e agli istituti scolastici di Desio due poli usati da tantissimi seregnesi. Qualche dettaglio del tracciato era e forse è ancora migliorabile, ma il tram non produce nessun effetto devastante in nessun quartiere, semmai era utile localizzare il deposito in una delle tante aree dismesse che sfiora e e non in mezzo ad un campo. Su questo credo si possa ancora agire. Per il resto i politici ormai sono quasi tutti demagoghi senza visione e vanno dove c'è un comitato che sbraita più degli altri, senza nessuna attenzione all'interesse generale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sul deposito! Ci sarebbero state altre aree dove costruirlo. Ma la provincia di Monza e Brianza che tutela i parchi non dice nulla?

      Ma sapete il motivo per cui lo hanno fatto nel Plis brianza Centrale e Parco Grugnotorto (ovviamente il sindaco di Desio ha escluso quell'area dal Parco)?

      Perché il.Comune di Milano non aveva i soldi per finanziare l"opera e cederà il.vecchio deposito Atm a società immobiliari per costruire 100 e passa appartamenti ed il ricavato dell'ex deposito servirà a finanziare i pochi cento metri dove passa la metrotranvia di Milano.

      Tutto documentato on line:

      http://www.infonodo.org/node/30090

      https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.comune.cusano-milanino.mi.it/spipnew/IMG/pdf/presentazione_metrotranvia_-_cusano_milanino_-_3_nov_2011_-_rev_5.pdf&ved=0ahUKEwie3sv2qpvLAhWLCHMKHep1CHwQFgglMAA&usg=AFQjCNFjL-WEdCUnSF7h2KKvF5KKJJ58HQ&sig2=_eGKfZlzvSH79Hxxir4GsA

      Elimina
    2. Scutate un tram a Seregno per recarsi all'ospedale di desio e alle scuole...ma con quali stime di utilizzo? Qual'è il rapporto costi e benefici di tale opera?
      Certamente non è solo il tram a compromettere un quartiere.. ma anche le scelte relative ai piani di urbanizzazione che si sono susseguiti negli ultimi 20 anni.Piani che hanno sottratto sempre più verde a Seregno , diventanto ormai merce rara,e che hanno peggiorato il traffico veicolare...e la qualità di vità.

      Elimina
    3. Sono d'accordo, fosse per me non sono per nulla favorevole al tram.
      BAstava fare delle corsie preferenziali per i bus (magari elettrici), come stanno facendo in diverse città europee che sto visitando per lavoro. Senza ulteiore deturpazione del territorio (parchi) e senza problemi al traffico.

      Cmq verifico se è stata fatta una Vas.
      In ogni caso nonostante il deposito costerà 26.000 euro, non si conta il costo dell'impatto ambientale di 9000 mq di verde in menom

      Elimina
  3. Concordo assolutamente con l'articolo aggiungo anche questo proclama di Mariani (ricordo che con Mariani, Mazza era anche assessore Urbanistica...perciò non l'ultimo della giunta)

    Leggete e meditate 11 anni di governo Mariani e Mazza, 11 anni senza fare nulla contro il tracciato della metrotranvia.
    Troppo facile ora cambiare idea quando il tutto è stato fatto (chi ci ha guadagnato veramente?) e 4 comitati, centinaia di cittadini, stampa locale e buon senso dicono che il tracciato e forse la metrotravia fino a seregno sono INUTILI.
    Mazza abbia il coraggio di dire tutta la verità ai suoi cittadini.

    http://www.brianzanews.it/2009/01/metrotranvia-da-roma-lok-al-progetto/

    RispondiElimina
  4. Non si poteva demolire tutta l'area ex officine mariani che sono in un degrado allucinante per il deposito visto anche la comodità vicina alla stazione e centro e salvare il poco verde che c'è

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è possibile. Il deposito deve poter contenere una dozzina di tram bidirezionali di tipo Sirio che sono lunghi (secondo le versioni) attorno ai 35 metri. Inoltre sono necessari spazi per le manovre, le manutenzioni, ecc.

      Elimina
  5. E quell'area che dice Antonio non è grande 9.000 mq? Magari unità ai binari stravecchi in fondo alla stazione?

    Cmq usare quei Sirio lunghi 35 metri per un tram che nn userà nessuno (le stime vanno riviste sempre del 50% in meno, vedasi brebemi pedemontana, specie se fatte 15 anni fa quando a Milano da seregno passava un treno ogni 15/20 minuti ed ora al mattino ogni 5 minuti).

    Ribadisco l'inutilità del tram fino al percorso a doppia rotaia per paesi senza collegamenti con milano.
    Ma da noi a chi servirà? Se dal centro devo andare all ospedale di desio od a due scuole di Desio faccio prima ad andare in macchina che arrivare alla fermata aspettare 8 minuti e pagare un biglietto che magari sarà salato.

    Sul deposito cmq no commment scelta peggiore non si poteva trovare, specie da sorprende da chi difende il verde ed ecologia. Ma come dicevo le decisioni si sono prese in alto in provincia. Che in quegli anni 2002-2006 ("colli e penati")

    RispondiElimina
  6. Non condividiamo il parere che hai espresso riguardo all'inutilità della Metrotramvia. La nostra critica riguarda il fatto che il progetto prevede la realizzazione del deposito all'interno del Parco Brianza Centrale e del prolungamento stradale di via Platone. Sicuramente per spostamenti di lunga gitatta questo mezzo non è il più indicato ma per piccoli spostamenti può rivelarsi molto utile. Nel caso specifico sono numerosi gli studenti che si recano agli istituti scolastici di Desio e offrire un nuovo mezzo pubblico può essere positivo per decongestionare il traffico e ridurre l'inquinamento atmosferico.

    RispondiElimina
  7. Le previsioni di utilizzo, dati della Provincia di Milano, danno, per Seregno, 600 700 passeggeri, al giorno. rivedendola la ribasso (come ragionevolmente si deve fare) sono 300-350. Avranno tanto spazio, i passeggeri, su un aggeggio di 35 mt. Non sono tanto meglio quelle per Desio, 700.
    Sostenere che e' utile e', davvero, esercizio di preveggenza. I fatti reali sono invece ben chiari. Progetto nato come "definitivo", mai fatto ne studio di fattibilita' ne progetto preliminare. "definitivo" dal 2006. Quando, invece, la cittadinanza ne e' venuta a conoscenza? Quanto si e' mossa l'amministrazioe per portare, con forza e diritto dato dalla rappresentanza ricevuta dai cittadni, in Provincia? Poco o nulla. Alcune, ragionevoli, osservazioni e suggerimenti sono stati cassati dalla amministrazione. Mai arrivati in provincia. Il Movimento 5 Stelle ha fatto richiesta della completa documentazione riguardo all'opera. Da quanto e' stata concepita, nel secolo scorso. Sulla base e sullo studio di questi documenti si terra' un consiglio comunale dedicato dove si valueranno tutte le opzioni, prima fra tutte la recessione dall'opera. In seguito si terra' un incontro pubblico con la cittadinanza, organizzato dalla amministrazione.

    RispondiElimina
  8. Brianza Centrale8 marzo 2016 23:43

    Esercizio di preveggenza è anche sostenere che la Metrotramvia sarà inutile. Riteniamo in generale positiva ogni iniziativa che incrementi l'offerta del trasporto pubblico. Ci sembra ovvio sottolineare che l'utilità dell'opera dipenda anche da come viene realizzata e dal percorso partecipativo della popolazione.

    RispondiElimina