domenica 18 novembre 2018

Escursione alla scoperta del Parco Brianza Centrale


Camminiamo insieme verso il World Forum on Urban Forests
Il 24 novembre 2018 a SEREGNO cammina nel PLIS BRIANZA CENTRALE – PARCO 2 GIUGNO E PARCO AGRICOLO DEL MEREDO per conoscere la Foresta Urbana della tua città!

In occasione del World Forum on Urban Forest organizzato dalla FAO a Mantova dal 28 novembre al 1° dicembre 2018 (www.wfuf2018.com), Legambiente Seregno, in partenariato con     
ERSAF e Legambiente Lombardia, organizza un’escursione alla scoperta del PLIS BRIANZA CENTRALE, una delle tante Foreste Urbane lombarde.

Questa escursione si colloca tra la ventina di eventi che tra mercoledì 14 novembre e domenica   25   novembre, (intorno alla Giornata Nazionale degli Alberi, mercoledi 21 novembre) saranno “in cammino verso il Forum”.

Sarà l’occasione per conoscere il bosco urbano della nostra città e per lanciare i temi del Forum esprimendo la nostra adesione alla proposta di forestazione urbana con l’obiettivo comune di “   
cambiare la natura delle città”.

Ecco l’evento nel dettaglio:
  • Sabato 24/11/2018 inizio ore 10:00, termine previsto ore 12:00
  • Partenza: Centro Polifunzionale Parco 2 Giugno via Alessandria
  • Percorso: lungo le vie ciclo-pedonali del parco 2 Giugno, attraversamento della ferrovia Milano Chiasso e lungo le vicinali del Parco del Meredo
  • Arrivo: Complesso Rurale Cascina Monti Brivio

Segreteria organizzativa: 3206464209 - info@legambienteseregno.it

L’evento è patrocinato dal Comune di Seregno, ed è organizzato in collaborazione con le associazioni del territorio: Comitato Quartiere Sant’Ambrogio, Seregn de la memoria, WWF, Comitato per l'ampliamento del Parco Brianza Centrale (altre associazioni in fase di adesione).

Eventi collaterali sono: una caccia al riconoscimento delle foglie degli alberi del parco e, in concomitanza con la FESTA DELL’ALBERO, la messa a dimora di alcune piante all’interno
del Parco Due Giugno. 

Tutti i dettagli sul sito www.camminaforeste.it  e su www.legambienteseregno.it

Antichità indoeuropea e celtica di Erba

Lunedì 19/11/2018 - ore 21,00 

Antichità indoeuropea e celtica di Erba ed estensione dell'Indoeuropa preistorica

Conferenza del dott. Guido Borghi
Sala Mostre della Biblioteca Comunale
Via Jorati, 6 - Erba

Guido Borghi, nato a Milano nel 1967, ha studiato Glottologia (soprattutto Indoeuropea e Semitica), Orientalistica e Geografia Storica a Milano, Pavia, Berlino e in alcune Università austriache. Abita dall'infanzia fra il Ceresio, il Varesotto, Milano e la Liguria, dove è ricercatore di Glottologia e Linguistica presso il Dipartimento di Antichità, Filosofia, Storia, Geografia dell'Università degli Studî di Genova.
Membro di sette Società di Studî Glottologici e Linguistici fra Liguria, Lombardia, Svizzera, Austria, Germania, Lussemburgo e California, ha affiancato per un ventennio l'attività di ricerca con la didattica universitaria per Insegnamenti di Glottologia o Storia negli àmbiti tedesco, slavo, ungherese, ebraico e vicino-orientale antico, ʾislāmico, īrānico e in generale indoeuropeo e semitico.
Gli interessi di ricerca si concentrano sulla questione della Protopatria Indoeuropea, sulla distribuzione geografica, le istituzioni territoriali e il patrimonio onomastico delle tribù e popolazioni soprattutto preromane e anelleniche dell’Europa antica, del Bacino del Mediterraneo, del Vicino e Medio Oriente e dell’Asia Centrale e Meridionale dalle origini indoeuropee allo sviluppo dell’Imperialismo; favorisce l’interdisciplinarità con la Paleoidrografia, la Genetica delle Popolazioni, la Storia delle Religioni, la Storia Comparata e la Filosofia della Storia.
Svolge le proprie ricerche sulla base della Toponomastica (fra Glottologia e Geografia Storica), con apertura alla macrocomparazione fra Famiglie Linguistiche; ha pubblicato sei volumi di Indoeuropeistica e una settantina di articoli etimologici in Riviste o Miscellanee (con particolare riguardo all’onomastica e al lessico celtici); fra i risultati proposti si menzionano l’individuazione di un’origine preistorica (indoeuropea e celtica) del nucleo dei Promessi Sposi, la ricostruzione di una possibile fonte germanica della Germania di Tacito, la valorizzazione di toponimi di sostrato celtico come prova dell’esistenza di varietà di indoeuropeo preistorico in Gallia Cisalpina, etimologie indoeuropee e celtiche di nomi paleoliguri e la tesi dell'indoeuropeità dello strato linguistico ‘mediterraneo’. Parole-chiave dei lavori più recenti sono “Indoeuropei”, “Celti” e “Sacro Romano Impero”.

domenica 11 novembre 2018

Storia, leggende e viaggiatori di Brianza

Giovedì 15 Novembre 2018
ore 21.00
Sala Polifunzionale
c/o Centro Anziani
via Pasino, Briosco

Presentazione del libro
Storia Leggende e viaggiatori di Brianza
di Giovanni Santambrogio

Letture a cura di:
Ettore Fiorina

Intervengono:
Domenico Flavio Ronzoni, Paolo Pirola, Antonio Viganò

Un viaggio in Brianza dovrebbe iniziare dall’attenta osservazione di una carta geografica. Non di una qualsiasi, ma di quella stampata a Milano nel 1837 «Presso Santo  Bravetta». Il titolo è eloquente: La Brianza e i luoghi circonvicini. Nei primi decenni dell’Ottocento la Brianza entra negli itinerari di poeti e scrittori quali  Carlo Porta, Ugo Foscolo, Alessandro Manzoni e prima ancora Giuseppe Parini. Stendhal nell’agosto del 1818 compie un breve soggiorno e nel Journal du voyage dans la Brianza racconta le ville, la natura, i laghi, gli indimenticabili occhi delle donne briantee. I coniugi tedeschi Friedrich e Caroline Lose hanno  fissato  per  la  geografia della memoria delicatissimi e romantici acquerelli. Sono seguiti i pittori Longoni, Mosè Bianchi, Spreafico, Segantini e tanti altri a regalare descrizioni da cui partire per immaginare e ritrovare i segreti e lo spirito profondo di questa terra. Il volume offre una narrazione della Brianza, raccontata da chi l’ha vista e goduta in epoche diverse. Pagine per amare un territorio e, se possibile, per ritornare a valorizzarlo senza ferirlo ulteriormente.

sabato 10 novembre 2018

Il dramma della peste ad Oggiono (1629-1631)

Venerdì 16 novembre 2018
ore 21.00

presso la Sala Conferenze della Banca Credito Cooperativo
via Lazzaretto 15 - Oggiono

L’Associazione Culturale Archeologica di Oggiono invita tutti alla presentazione del nuovo libro di Natale Perego

IL DRAMMA DELLA PESTE
Cronaca della peste ad Oggiono negli anni 1629-1631

Negli archivi parrocchiali di Oggiono c’è il Libro dei morti 1626-1697, quindi comprendente gli anni cruciali della peste. Prevosto era Marco Aurelio Grattarola di provenienza valsassinese, Margno. Costui si limita a redigere l’elenco dei morti, dei suffragi, delle messe collettive, non si lascia andare a commenti.
 

Tuttavia ragionando sui numeri (oltre un terzo degli oggionesi è stato spazzato via), mettendo in relazione le parentele (intere famiglie soccombono), valorizzando alcuni termini (ceto sociale, luogo di sepoltura, assistenza religiosa ecc.) ho ricostruito l’andamento della peste in Oggiono nei tre anni cruciali, prima della carestia (1629) e poi della peste (1630-1631). 

Penso sia un lavoro leggibile e interessante, perché mi pare di aver fatto rivivere i morti.
 

Natale Perego

I ritratti di Bartolomeo Arese e Lucrezia Omodei


I RITRATTI DI BARTOLOMEO ARESE E LUCREZIA OMODEI
DI CARLO FRANCESCO NUVOLONE (1609-1662)

SABATO 17 NOVEMBRE 2018 - ORE 16:00
Salone dei Fasti Romani - Palazzo Arese Borromeo - Ingresso libero

Conferenza a cura dell’Associazione “Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo”

Silvia Boldrini - Assessore alla Cultura e Valorizzazione patrimonio artistico monumentale
Daniele Santambrogio, Massimo Rebosio - “Vivere il Palazzo”

Relatore: Prof. Alessandro Morandotti - Università degli Studi di Torino

Per informazioni:
cultura@comune.cesano-maderno.mb.it
lunedì, mercoledì e venerdì 8.30 - 13 martedì e giovedì 16.30 - 18.30
Tel. 0362.513455 - 428 - 536


VIVERE IL PALAZZO E IL GIARDINO ARESE BORROMEO
www.vivereilpalazzo.it  info@vivereilpalazzo.it


Mariano Comense 11/11/2018: visita guidata alla Chiesetta di San Martino


Pro Loco Meda: quattro passi in Brughiera (tra un fungo e l'altro)


ATTENZIONE: ANNULLATA A CAUSA PIOGGIA

domenica 4 novembre 2018

Befana sul Lambro 2019. Anche quest'anno si aprono i laboratori!

Foto tratta da: befanalambro.net
Anche quest'anno si aprono i laboratori! Per preparare l'evento/festa e chiamare la Befana sul nostro Fiume Lambro:
  • laboratorio ideazione e segreteria (già attivo)
  • laboratori diurni e logistica (già attivi)
  • laboratori piccole strutture (già attivi in casa privata)
Domenica 4 novembre 2018 sono partiti, ad Agliate, i laboratori aperti al territorio:
  • laboratori per piccole e macro strutture,  per bambini, genitori e volontari
  • tutti i sabati pomeriggio e tutti  i giorni festivi dalle 15 alle 18,30
Per informazioni: Enrico 339 5984689

venerdì 2 novembre 2018

La cava dismessa (con amianto) di Cesana Brianza


Il WWF di Lecco scrive al Comune di Cesana Brianza per segnalare la criticità ambientale derivante dalle grandi quantità di amianto presente all’interno di  un’area industriale di cava dismessa in località Alpetto, (geolocalizzazione indicativa 45°49'07.6"N 9°17'18.4"E).


La situazione, nel 2015, era già stata oggetto di una analoga segnalazione da parte del  “Coordinamento Cornizzolo”: l’allora vicesindaco rassicurava che “la scadenza più imminente per la bonifica dell’eternit è il 2016: per quella data, crediamo che anche la multinazionale Holcim sarà tenuta a intervenire” (cfr. “La Provincia di Lecco” - 14 ottobre 2015). A distanza di tre anni la situazione è ulteriormente aggravata.

La  documentazione  fotografica  diffusa dal WWF di Lecco evidenzia  lo  stato  di  totale degrado  dei  manufatti  presenti.  Il  deterioramento  e  la  frammentazione  delle  coperture  dei  manufatti comportano  ovviamente  una  polverizzazione  delle  fibre  di  amianto,  con  conseguente  incremento  delle difficoltà di  messa  in  sicurezza  e  di  pericolosità  per l’ambiente  e la  salute  dei  residenti  nelle aree  abitate limitrofe all’area.


 
 

L’area, che risulta censita nella Banca Dati ATS Brianza (Codice Notifica NA/1-2012-74126, 74127 e 74128), sembrerebbe interdetta all’accesso, ma di fatto risulta frequentata da escursionisti e cicloturisti…

Per Antonello Bonelli, presidente del WWF Lecco, "l’unica soluzione possibile è la bonifica dell’area". La richiesta è pertanto quella che il Comune di Cesana Brianza "ordini  l’immediata  bonifica  dell’area, ovvero che vi provveda la P.A. in danno del soggetto che vi è tenuto, al fine di evitare la dispersione nelle aree limitrofe, di lastre o frammenti di eternit."

martedì 30 ottobre 2018

Pedemontana. Un singolare avviso di consultazione del mercato


a cura di Sinistra e Ambiente Meda e Legambiente circolo "Laura Conti" Seveso

Descrivendo in modo dettagliato i contenuti relazionati da Concessioni Autostradali Lombarde (CAL) ai componenti delle commissioni regionali riunite il 4/10/2018, avevamo scritto che la società Autostrada Pedemontana Lombarda (APL) avrebbe attivato una consultazione  preliminare del mercato per avere e valutare un riscontro di interesse per un bando di gara per il progetto esecutivo e la realizzazione dei lavori per le tratte B2, C e D.

Così con data di pubblicazione 1/10/2018 e data scadenza 05/11/2018 è stato pubblicato sul sito di APL un AVVISO DI CONSULTAZIONE PRELIMINARE DI MERCATO (ex art. 66 del d.lgs. n. 50/2016) Acquisizione di informazioni ed elementi utili alla definizione e indizione di procedure di gara relative alla progettazione, esecuzione e gestione di opere autostradali del collegamento Dalmine, Como, Varese, il valico del Gaggiolo e delle opere connesse, con eventuale contestuale partecipazione del soggetto affidatario al capitale sociale di APL

I contenuti dell'avviso sono particolari.
Innanzi tutto sono definiti i costi per le tratte per un valore complessivo di 2700 milioni di euro così suddivisi:
  • Tratta B2, pari a circa € 500 mln.
  • Tratta C, pari a circa € 1.100 mln.
  • Tratta D, pari a circa € 800 mln.
  • Tratta VA 13+14, pari a circa € 60 mln.
  • Greenway, pari a circa € 40 mln.
  • 3° parte dell’opera (Esazione, Progetti Locali, Misure compensative, ecc.), pari a circa € 200 mln.
Rispetto ai costi inizialmente stimati, c'è una riduzione di 500 mln, evidentemente legata alla configurazione differente prevista per il progetto definitivo 2018, laddove APL ha dato indicazioni di implementare radicali modifiche per risparmiare.

La consultazione di APL si prefigge inoltre di verificare se esistono interessi per l’indizione di una procedura di gara o più procedure di gara tese alla individuazione di un unico operatore economico o di più operatori economici che possano contestualmente o con separate operazioni:
  1. partecipare al capitale sociale di APL (equity), fatta salva la determinazione dell’ammontare di detta partecipazione, nonché della tipologia della medesima partecipazione;
  2. predisporre la progettazione esecutiva in uno con la realizzazione dei lavori delle rimanenti Tratte dell’Opera, con l’impegno di assumere l’onere di un prefinanziamento il cui ammontare verrà determinato in seguito, eventualmente da trasformare in equity (capitale sociale) all’avvenuto collaudo finale positivo dell’Opera, così come dell’eventuale successiva gestione di tutta o parte dell’Opera.
Dunque, APL è alla ricerca di qualcuno che entri con risorse economiche nel capitale sociale, ma non solo. Cerca anche qualcuno che si impegni per la progettazione esecutiva e per i lavori di completamento dell'autostrada "con un prefinanziamento" che potrà essere trasformato anch'esso in capitale sociale o nella gestione dell'autostrada.
Chi progetta e costruisce potrà essere dunque pagato divenendo socio di APL o gestendo l'autostrada.
Insomma, qualcuno che lavori inizialmente "a credito".
Cosa dovrebbe attirare questo soggetto? Indubbiamente l'unica garanzia non può che essere l'intercettare i volumi di traffico attuali della superstrada ex SS 35, prossimi agli 80.000-100.000 veicoli/giorno, che, pur essendo traffico locale o di breve percorrenza, risultano utili per fare cassa in caso di pedaggiamento.

Il testo dell'Avviso di Consultazione, evidentemente per necessità "promozionale", non fa alcun cenno ai contenziosi pendenti presso il TAR e il Tribunale di Milano così come ignora i dubbi legati alla nuova progettazione che necessiterebbe di un ulteriore passaggio al CIPE, visto i sostanziali cambiamenti previsti.
Ancora una volta la società  concessionaria dimostra la propria totale inaffidabilità .
Fino a quando le Comunità  dovranno sopportare di avere questa spada sulla propria testa?

NB: segnaliamo che la "Procedura aperta ex art. 60 del D.Lgs. 50/2016 per l’affidamento del Progetto Operativo di Bonifica e/o di messa in sicurezza, ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, delle aree dell’incidente ICMESA contaminate da diossina ed interessate dal tracciato Autostradale Pedemontana" si è chiusa con 2 partecipanti entrambi ammessi: HDC Italia srl con sede a Milano e St&a srl anch'essa con sede a Milano.

Le offerte delle due società sono al vaglio della Commissione che attribuirà i punteggi per la parte tecnica ed economica.

Qui il testo dell’Avviso di Consultazione di mercato.

venerdì 26 ottobre 2018

La Brianza e la Lombardia in scena su Rai 3 col Cammino di Sant'Agostino

I testimonial del Cammino in Studio Rai con Sveva Sagramola
Le bellezze paesaggistiche, storico-religiose e ambientali della Brianza e della Lombardia sono andate in scena nei giorni scorsi in Rai a Roma, ove è stata registrata un’intensa puntata dedicata al Cammino lombardo di Sant’Agostino nella trasmissione Geo & Geo, guidata dalla nota conduttrice Sveva Sagramola e dal fotografo naturalista Emanuele Biggi. A illustrare il Cammino, le sue caratteristiche nonché la figura di S. Agostino sono intervenuti il Prof. Luigi Beretta dell’Associazione Storico-Culturale Sant’Agostino di Cassago Brianza e Renato Ornaghi, dell’Associazione Cammino di Sant’Agostino di Monticello Brianza.

La trasmissione non ha mancato di mettere in rilievo altri aspetti peculiari di questo Cammino lombardo, quali la sua componente socio-psicologica grazie alla testimonianza del pellegrino di Nova Milanese Francesco Pasquali, e delle caratteristiche sia geo-morfologiche che “leonardesche” del territorio attraversato dai 620 km del percorso da Monza a Pavia, ben descritte dalla cassaghese Mariangela Riva, ONC (operatore naturalistico culturale) del Club Alpino Italiano.

La Chef Giovanna Passeri operativa ai fornelli nello studio Rai
A completare la rappresentazione del territorio non poteva ovviamente mancare la cucina locale illustrata dalla Chef Giovanna Passeri, titolare dell’omonimo agriturismo di Monticello Brianza.

Giovanna Passeri si è cimentata nella realizzazione del piatto forse più classico della cucina locale: la cassoeula con polenta. Non ha però tralasciato di testimoniare la crescente vocazione enogastronomica del territorio, assai vivace grazie alla nascita di aziende agricole ed alimentari nella filiera casearia, del vino, degli insaccati (su tutti, il celebre salame Brianza) nonché di altri vecchi e nuovi cultivar locali: quello tradizionale delle erbe aromatiche ma anche i più innovativi, come ad esempio quello della spezia forse più preziosa al mondo: lo zafferano.

Come dessert, ha infine fatto da suggello al Cammino agostiniano la cosiddetta Torta della Felicità. Questa torta è stata realizzata dal pasticcere cassaghese Fausto Colzani sulla base di ingredienti illustrati da Agostino medesimo in una sua opera: il De Vita Beata, scritta durante la sua permanenza a Rus Cassiciacum dall’autunno del 386 alla primavera del 387.

La trasmissione di Geo & Geo, integrata da un’uscita “sul campo” da parte di una troupe Rai lungo il fiume Adda, andrà in onda su Rai3 nel pomeriggio del prossimo Venerdì 2 novembre 2018 alle ore 17:00.

Info:
www.camminodiagostino.it
info@camminodiagostino.it

Pedemontana: le associazioni ambientaliste della Brianza chiedono di fermare un progetto inutile, costoso e devastante!


Le associazioni ambientaliste brianzole, da sempre contrarie a progetti di nuove strade e autostrade pedemontane non necessarie (compreso il progetto della Varese-Como-Lecco), tornano a replicare alle affermazioni di alcuni politici regionali apparsi sui quotidiani in questi ultimi giorni, a proposito del secondo lotto della Tangenziale di Como.
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha annunciato che “la Regione sta andando avanti”, mentre il presidente del Consiglio Regionale, Alessandro Fermi di Albavilla, ha affermato che “La prima cosa è che l’opera si faccia, ma poi è necessario analizzare i progetti, … credo che valga la pena andare avanti con il progetto originario e definitivo che dal punto di vista viabilistico e di impatto ambientale è certamente migliore”.
Noi replichiamo a Fontana e a Fermi che: “La prima cosa è che l’opera NON si faccia, e questo indipendentemente dai progetti per il tracciato fuori terra o interrato”.
Infatti le sottoscritte associazioni ritengono che il secondo lotto della Tangenziale di Como non debba essere realizzato, né in superficie, né in tunnel, sospendendo qualsiasi ulteriore spreco di soldi pubblici in nuovi o vecchi progetti.
Sia per il tracciato in superficie sia per quello in tunnel, l’impatto dell'infrastruttura sull’ambiente naturale circostante sarebbe insostenibile. Il passaggio in superficie devasterebbe le ultime aree agricole e naturali della zona collinare brianzola, di alto pregio ambientale. Nel caso di passaggio sotterraneo avremmo un pesante impatto sul sottosuolo e sul delicato equilibrio idrogeologico del territorio, falde acquifere in particolare. In entrambi i casi, si avrebbe dunque la deturpazione della naturalità dei luoghi.

Le nostre associazioni ritengono che il problema della mobilità vada risolto in altro modo.
Se ci sono i soldi pubblici (per il progetto del secondo lotto di Como si parla addirittura di 700-800 milioni di euro!), questi devono essere investiti anzitutto nel rilancio della mobilità ferroviaria, attraverso il potenziamento delle linee esistenti e, per quanto riguarda la direttrice ovest-est, in particolare della ferrovia Como-Lecco, il cui servizio versa in condizioni pietose (stazioni per lo più fatiscenti, poche corse giornaliere, e in più: cancellazioni, ritardi, niente servizio alla domenica e in agosto!). Eppure questa linea ferroviaria avrebbe grandi possibilità di sviluppo, sia per il trasporto pendolare che per il turismo sostenibile.
Deve essere contemporaneamente potenziato il trasporto pubblico tramite i bus e incentivata la “mobilità dolce”, attraverso la realizzazione di piste ciclo-pedonali.
Per le strade esistenti possono poi essere previsti interventi mirati per sistemare le criticità locali, sia sulla statale Como-Bergamo che su altre strade provinciali e locali.

Le medesime perplessità da noi espresse, sono state sostenute anche dai sindaci di Senna Comasco e di Alzate Brianza, che si sono detti altrettanto contrari al progetto del secondo lotto.

In definitiva, le associazioni ambientaliste chiedono che si metta la parola STOP ad un progetto inutile, costoso e devastante!

Le associazioni firmatarie:
Comitato Parco Regionale Groane-Brughiera / Le Contrade - Inverigo / WWF Insubria / L’Ontano - Montorfano / Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” - Alzate Brianza / Il Gambero - Capiago Intimiano / Sinistra e Ambiente - Meda / La Puska - Lentate sul Seveso / Circolo Legambiente di Cantù - Green Station

mercoledì 24 ottobre 2018

Passeggiata nei boschi di Uboldo


Il Parco dei Mughetti propone per domenica 28 ottobre 2018 un’escursione guidata nei boschi di Uboldo.

Escursione con guida naturalistica della durata di due ore e mezza per l’osservazione della veste autunnale dei boschi e per la ricerca di tracce della fauna.

Ritrovo alle ore 14.30 presso Cascina Leva, Via Cerro 251.

Sono consigliati abbigliamento e calzature adatti. I minori dovranno essere accompagnati da un adulto. Iscrizione obbligatoria gratuita via email (info@parcomughetti.it) o via telefono (02-96951181) per un limite massimo di 30 partecipanti.

In caso di maltempo l’escursione verrà annullata

sabato 20 ottobre 2018

Il caso dell'Isola Comacina


Venerdì 26 ottobre 2018 - ore 21,00
Civico Museo di Erba - Sala “Carlo Annoni”
 Via Ugo Foscolo, 23 - Erba

Conferenza di Fabio Carminati e Andrea Mariani

Le Insulae Polybianae 
 nella documentazione medievale.
Il caso della Comacina

Sarà illustrata una particolare accezione del termine latino di Insula (isola) che si ritrova in un certo numero di documenti  medievali dell’Italia settentrionale, esaminandone poi alcune possibili conseguenze in relazione alla Historia Langobardorum di Paolo  Diacono, e in particolare alla Insula Comacina.

Fabio Carminati, Associazione Capiate - Radici nel Futuro ONLUS
Andrea Mariani, Faculdade de Letras da Universidade de Porto - CITCEM; Borsista Fundação para a Ciência e a Tecnologia; Gruppo di Ricerche Archeostoriche del Lambro di Biassono

Per informazioni: Civico Museo di Erba – tel. 031 3355341
Comune di Erba, Ufficio Cultura - tel. 031 615524


giovedì 18 ottobre 2018

Da Cassago a Ceregallo: ritorna l'Antica Via Longa


Domenica 21 ottobre 2018 si percorrerà un nuovo tratto dell’ANTICA VIA LONGA, con percorso da Cassago Brianza (LC) a Ceregallo di Sirtori (LC).

Sarà un itinerario con paesaggi senza tempo vestiti coi colori caldi dell’autunno, passando per i territori di Cremella e Sirtori, lungo lo storico percorso altomedievale della Via, che univa Como con Brivio, sulla strada per Bergamo, e Aquileia. Siamo nella parte di Brianza dove, forse più che altrove, si vedono ancora tracce significative delle sue antiche vestigie (basta pensare alla Rus Cassiciacum dove visse sant’Agostino, alle vicende millenarie del Monastero di Cremella, ai massi avelli e are romane sparse sulle alture e, non ultimi, ai vicini possedimenti di Teodolinda) in un contesto di paesaggi rurali e naturali di intatta bellezza.

lunghezza complessiva del percorso:10 km circa in gran parte km su sentieri e strade sterrate o di campagna)

ritrovo di partenza:ore 8:00 presso l’ampio parcheggio antistante il Municipio di Cassago Brianza (LC) in Piazza Italia Libera, 2.

arrivo:ore 12:45 circa a Cascina Ceregallo di Sirtori.

ritorno alla sede di partenza: volenterosi, con auto parcheggiate nei pressi del luogo d’arrivo dell'itinerario, riporteranno i partecipanti a Cassago Brianza.

iscrizione:iscrizione gratuita ma obbligatoria - fino ad un numero massimo di 150 partecipanti - presso la Biblioteca Comunale Rita Levi Montalcini di Cassago Brianza, telefonando al numero 039-9213250 (durante gli orari di apertura della biblioteca) oppure via email all'indirizzo: biblioteca@comune.cassago.lc.it

(indicare nome, cognome e comune di residenza)

informazioni ed aggiornamentisulle iniziative di Antica Via Longa sono disponibili sul blog:

http://anticavialonga.blogspot.com/

abbigliamento consigliato:essendo previsti lunghi tratti di percorso con fondo naturale, si consiglia di indossare calzature impermeabili ed indumenti idonei per l'escursionismo all'aria aperta su sentieri e strade di campagna.

avvertenza:gli organizzatori declinano ogni responsabilità per danni a persone e cose prima, durante e dopo l'escursione e chiederanno di sottoscrivere una liberatoria.

Meda: presentazione del volume "Dalla natura alla tavola"


Visita guidata da Santa Eufemia a Villincino con il gruppo "La Martesana"


sabato 13 ottobre 2018

La bellezza dei fiori in una conferenza a Seveso


“L’arte è lo sforzo incessante di competere con la bellezza dei fiori… e non riuscirci mai” (Chagall)

Per il ciclo “Arte, Natura e Bellezza” giovedì 18 ottobre alle ore 21.00 avrà luogo la prima delle due serate dedicate alla magia dei fiori e dei profumi. Un percorso storico attraverso la simbologia dei fiori: le più antiche testimonianze sull’uso dei fiori e la loro espressione nella creatività: cosa rappresentavano i fiori nell’antichità e cosa rappresentano ancora oggi?

Dal 18 al 29 ottobre sarà inoltre allestita, presso l'Auditorium FLA, la mostra “La bellezza dei fiori” (a cura dell’Università degli Studi di Milano, Orticola di Lombardia e Agri-cultura).
È possibile visitare la mostra da lunedì a venerdì ore 14.00-18.00.


La Brianza, dai campi alla fabbrica, tra storia e memoria


giovedì 11 ottobre 2018

14 e 21 ottobre 2018. XXIV Festa dell'Ambiente alla tenuta Pomelasca di Inverigo


Associazioni LE CONTRADE e ORRIDO di INVERIGO
con il patrocinio dell'Associazione Dimore Storiche Italiane
e in collaborazione con il Circolo Fotografico di Inverigo

XXIV FESTA DELL’ AMBIENTE
DOMENICA POMERIGGIO DALLE ORE 14.30
14 e 21 ottobre  2018
Tenuta di Pomelasca di Inverigo

TE SE REGORDET…
Personaggi senza volto raccontano...
piccole storie nella storia del nostro paese

C'era una volta... e c'è ancora...
cose perse e cose ritrovate
castello Crivelli, la Rotonda, le cascine

La Rotonda di Inverigo:  dal Neoclassicismo alla Street Art

e ancora
Il Lambro dà...il Lambro riceve...
mostra documentaria a cura di
Commissione Cultura Alternativa e Parco Valle del Lambro

Segnaliamo,inoltre, questi altri appuntamenti
● DOMENICA 14 OTTOBRE – DALLE ORE 15.15
Concerto del Gruppo di Musica popolare “RATAPLAM”

● DOMENICA 21 OTTOBRE – DALLE ORE 15.15
Concerto di Musiche e Danze popolari del mondo
con il duo “STRABELLA“

Nel corso dei due pomeriggi:  visita guidata ai giardini di Villa Sormani, merenda in curt

Ingresso libero

lunedì 1 ottobre 2018

WWF Lecco: la forza della natura in 250 immagini


Tutto esaurito all'Auditorium comunale Cesare Golfari di Galbiate, per la serata finale del concorso fotografico "La forza della natura" promosso dal WWF Lecco, in collaborazione con il Parco Monte Barro, con il patrocinio della Provincia di Lecco e del Comune di Galbiate, il supporto tecnico del Foto Club Lario e il contributo di Softeam SpA.

Splendido lavoro organizzativo dei volontari dell'Associazione, gratificati dalla presenza di un centinaio spettatori.

Dopo il saluto del Presidente del WWF lecchese, il pubblico ha potuto assistere alla proiezione del docufilm “L’Odissea dei lupi solitari”, vincitore del Premio “Regione Lombardia” all'ultima edizione del Sondrio Festival (Mostra Internazionale dei Documentari sui Parchi), con il racconto delle storie di alcuni esemplari di lupi migratori europei.

A seguire le proiezioni delle immagini finaliste del concorso fotografico. Delle oltre 250 immagini pervenute da 34 provincie italiane sono state selezionate una settantina di opere presentate al pubblico, suddivise nelle tre categorie: Fauna selvatica d’Italia, Ambienti naturali d’Italia e La natura in provincia di Lecco.


Undici le opere premiate, tre per ogni categoria, oltre a un premio per il miglior scatto “under 18” e un premio speciale WWF Lecco per l'immagine che meglio ha saputo rappresentare l’importanza della biodiversità e della sua conservazione.


I video delle immagini finaliste e tutte le opere premiate sono visualizzabili sul sito web dell’Associazione https://wwf.lecco.it/concorsofoto-immagini-video.

Grande apprezzamento da parte di tutti gli intervenuti per la splendida organizzazione e l’ottimo risultato, sia di partecipanti che di pubblico.

mercoledì 26 settembre 2018

Incontri Lariani alla Fontana del Guercio


Domenica 7 ottobre 2018
Escursione alla Fontana del Guercio di Carugo
Pozzolo e Cascina Sant'Ambrogio

A cura di:
Gruppo Naturalistico della Brianza   
Comitato Parco Regionale Groane-Brughiera


PROGRAMMA DELL’ESCURSIONE

Ore 8:45 ritrovo in Via XXV Aprile (parcheggio delle scuole di Carugo)
Ore 9:10 partenza per la Riserva Naturale Fontana del Guercio   
  • arrivo alla Testa del Nan   
  • salita lungo il sentiero 16 fino a Pozzolo, con vista sulle Prealpi   
  • rientro verso Cascina Sant’Ambrogio   
  • visita alla vasca di laminazione di Carugo   
Ore 12:00/12:30 rientro   

Ci faranno da guida le Guardie Ecologiche Volontarie del parco ed esperti del territorio.
Assicurazione a carico dei partecipanti. Gli organizzatori non si assumono responsabilità per eventuali incidenti o danni alla persona o alle cose.
In caso di maltempo, la mattina chiamare i numeri indicati per conferma dell’annullamento dell’uscita.


INFO E PRENOTAZIONI:
Fabio Cassinari: cell.339 4577995 (dopo le ore 20:00), mail fabio.cassinari@tiscali.it
Lena Cavallo: cell. 348 8837134, mail lenaestef@outlook.it
www.comitatoparcobrughiera.it

lunedì 24 settembre 2018

Eventi autunno inverno 2018/2019 all'Oasi Lipu di Cesano Maderno


CALENDARIO EVENTI ALL’OASI LIPU AUTUNNO INVERNO 2018

VISITE GUIDATE
Passeggiate tematiche alla scoperta della Natura dell’Oasi Lipu accompagnati dai volontari.
Domenica 30 Settembre 2018, ore 14.30
Domenica 11 Novembre 2018, ore 14.30
Ritrovo presso il Centro Visite “Langer” 15 minuti prima della partenza.
Durata attività circa 2 ore. Rivolta ad adulti e bambini dai 6 anni in sù.
Donazione a partecipante: € 3,50; bambini e Soci Lipu € 2.
GRATUITO PER I BAMBINI ISCRITTI ALLA LIPU.
GRADITA PRENOTAZIONE

VISITA GUIDATA NOTTURNA
Passeggiate serali alla ricerca di civette, allocchi e di altri piccoli abitanti del bosco.
Venerdì 5 Ottobre 2018, ore 20.45
Ritrovo presso il Centro Visite “Langer” 15 minuti prima della partenza.
Durata attività circa 2 ore. Rivolta ad adulti e bambini dai 6 anni in sù.
Donazione a partecipante: € 5; Soci Lipu e bambini € 3.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, POSTI LIMITATI.

GIOCHIAMO CON IL BOSCO!
Attività rivolte ai bambini della scuola dell’infanzia accompagnati dai genitori.
Sabato 10 Novembre 2018, ore 10.30
Sabato 19 Gennaio 2019, ore 10.30
Sabato 23 Febbraio 2019, ore 10.30
Ritrovo presso il Centro Visite “Langer” 15 minuti prima della partenza.
Durata attività circa 2 ore.
Donazione a coppia (un bambino + un genitore): € 6; Soci Lipu € 4.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, POSTI LIMITATI.

LABORATORI AL CENTRO
Attività rivolte ai bambini della scuola primaria.
Domenica 11 Novembre 2018, ore 14.30
Domenica 20 Gennaio 2019, ore 14.30
Domenica 24 Febbraio 2019, ore 14.30
Ritrovo presso il Centro Visite “Langer” 15 minuti prima della partenza.
Durata attività circa 2 ore.
Donazione a partecipante: € 5; Soci Lipu € 3.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, POSTI LIMITATI.

DOMENICA 14 OTTOBRE 2018, “FESTA DI AUTUNNO”
Visite guidate, laboratori a tema, giochi all’aperto e  mostra micologica per scoprire insieme i colori dell’autunno.
Ore 10.30, Giochiamo con il bosco!
Attività rivolta ai bambini della scuola dell’infanzia accompagnati dai genitori.
Dalle ore 14.30
Visita guidata a cura dei volontari Lipu
Laboratori natural-artistici a cura dei volontari Lipu
Spazio ludico a cura dell’Associazione “Costruttori Di Ponti” di Bovisio Masciago
Esposizione micologica e Tavolo tattile a cura del “Gruppo Micologico di Desio – Associazione Bresadola”
Inoltre caldarroste e bevande calde per la merenda pomeridiana.
N.B.: in caso di maltempo o pioggia l’evento verrà rinviato a Domenica 21 Ottobre.

SABATO 27 OTTOBRE 2018, "HALLOWEEN NEL BOSCO"
Aspettando la notte di Halloween, l’Oasi organizza per i bambini dai 6 agli 11 anni un evento speciale.
Programma dettagliato su www.oasicesanomaderno.it
Evento con Donazione, Programma dettagliato su www.oasicesanomaderno.it
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, POSTI LIMITATI.
N.B.: in caso di maltempo o pioggia l’evento verrà rinviato a Sabato 3 Novembre.

DOMENICA 2 DICEMBRE 2018, "ACCENDIAMO IL NATALE"
Un pomeriggio all’Oasi dedicato al Natale per sostenere la Lipu nei progetti di tutela della Natura.
Dalle ore 15
“Scatola dei doni”, laboratorio per bambini
“Metti la Natura sotto l’albero”, raccolta fondi per sostenere i progetti Lipu
Ore 17 “Accendiamo il Natale”, accensione dell’albero presso il Centro Visite “Alex Langer” con merenda e auguri.
Evento con Donazione, Programma dettagliato su www.oasicesanomaderno.it
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, POSTI LIMITATI.

Eventi Natura all’Oasi organizzati da Lipu
in collaborazione con il Comune di Cesano Maderno e il Parco delle Groane.

Informazioni e iscrizioni:
OASI LIPU CESANO MADERNO
Via Don Luigi Orione 43, 20811 Cesano Maderno (MB)
tel 0362.546827
oasi.cesanomaderno@lipu.it
www.oasicesanomaderno.it
facebook: Oasi LIPU Cesano Maderno

domenica 23 settembre 2018

WWF Lecco premia "la forza della natura"

È prevista per venerdì 28 settembre, presso l’Auditorium comunale di Galbiate, la rassegna delle opere finaliste e la premiazione dei vincitori del concorso fotografico “La forza della natura”.

Nel corso della serata anche uno splendido documentario naturalistico, premiato al Sondrio Festival.



Venerdì 28 settembre presso l’Auditorium comunale Cesare Golfari di Galbiate, si tiene la serata finale di proiezione delle foto finaliste e la premiazione delle opere vincenti del concorso fotografico nazionale “La forza della natura”.

Il concorso proposto da WWF Lecco in collaborazione con il Parco Monte Barro, con il patrocinio della Provincia di Lecco e del Comune di Galbiate, con il supporto tecnico del Foto Club Lario e il contributo di Softeam SpA, ha raccolto un centinaio di partecipanti da 34 provincie italiane, con oltre 250 immagini pervenute, suddivise in tre categorie: “Fauna selvatica d’Italia”, “Ambienti naturali d’Italia” e “La natura in provincia di Lecco”. La Giuria riunita a fine agosto ha selezionato una settantina di finaliste che saranno proiettate appunto nel corso serata ad ingresso libero.

Tra le finaliste, undici saranno le opere premiate, tre per ogni categoria, oltre a un premio per il miglior scatto “under 18” e un premio speciale WWF Lecco per lo scatto che meglio ha saputo rappresentare l’importanza della biodiversità e della sua conservazione.


Nel corso della serata è anche prevista la proiezione del documentario “L’Odissea dei lupi solitari”, vincitore del Premio “Regione Lombardia” all'ultima edizione del Sondrio Festival (Mostra Internazionale dei Documentari sui Parchi), che racconta le storie di alcuni esemplari di lupi migratori, che per trovare nuovi territori intraprendono viaggi lunghi e pericolosi.

È un'occasione per una serata diversa, per ammirare splendide immagini di natura e per conoscere il WWF Lecco.

Combattiamo insieme il riscaldamento globale!

Anomalia media della temperatura atmosferica a terra e della superficie dei mari, così come ricostruita dall'IPCC, negli ultimi 150 anni. Fonte immagine: Wikipedia

di Christian Brambilla

Questi 20 giorni di settembre dovrebbero farci aprire gli occhi che il surriscaldamento del pianeta è ormai un dato di fatto ed in rapida ascesa.
Abbiamo registrato in 20 giorni temperature medie in linea a quelle di luglio, circa 7 gradi sopra quelle medie degli inizi del 1900. Oggi avremo nuovamente 29/30 gradi al 23/09!

Con la giornata di ieri abbiamo toccato in Lombardia il record di temperatura media di settembre da quando esistono rilevazioni puntuali sul nostro territorio, ossia oltre 170 anni.
Un record che ne segue innumerevoli che ogni anno nei vari mesi vengono continuamente battuti tutti al rialzo.

Compensare e ridurre le emissioni potrebbe essere un impegno di ciascuno di noi per il futuro dei nostri figli, nipoti ed a seguire!

Ecco dove puoi compensare le CO2 che emetti viaggiando, consumando, etc:
Ma c'è anche la riduzione di CO2: diamo un taglio alle milioni di bottiglie di plastica e consumiamo l'acqua del nostro acquedotto, attraverso le case dell'acqua presenti in oltre 1.000 comuni italiani.

Inizia anche tu a contribuire a fermare o rallentare il riscaldamento globale.

sabato 22 settembre 2018

Carimate: la natura che depura


Dalle 15.00 visita guidata degli impianti di depurazione delle acque.
Alle 16.00 inaugurazione dell'impianto di fitodepurazione e a seguire concerto di Patrizio Fariselli, colonna portante degli AREA.

INGRESSO LIBERO

domenica 9 settembre 2018

Festa dei 35 anni del Parco Valle del Lambro - Ecofest 2018


Un’iniziativa ricca di proposte e variegata nelle diverse attività, con eventi di rilievo culturale e valenza sociale pensati per ricordare l’istituzione dell’area protetta e diffondere la cultura ambientale nella cittadinanza. Nel 35°anniversario della sua istituzione, il Parco Valle Lambro organizza un evento di rilievo per ricordare la nascita dell’area protetta. Il Comune di Merone, con le sue Associazioni, organizza la tradizionale Ecofest, manifestazione dedicata all’ambiente ed alla valorizzazione del territorio.

Le iniziative sono organizzate presso l'Oasi di Baggero - Ecofrazione di Merone (CO), tra il Centro Parco, struttura riconvertita da sito di escavazione dei giacimenti di marna calcarea ad Oasi Naturalistica destinata all’educazione ambientale, e la frazione di Baggero-Mulino.

L’intento di “fare rete” con i Comuni del territorio dell’Oasi e di tutte le realtà che gravitano attorno ad essi, ha portato a far coincidere nello stesso fine settimana anche la consueta manifestazione “ECOFEST 2018”, coordinata dal Comune di Merone.

Allegati:
Programma festa Baggero stampabile

giovedì 6 settembre 2018

Inverigo chiede l'ampliamento del Parco "Zoc del Peric"


Le Associazioni Calnach, Le Contrade e Orrido d’Inverigo terranno venerdì 14 settembre 2018 alle ore 20,45 un incontro pubblico in piazza Vittorio Emanuele II a Cremnago per discutere l’intenzione dell’Amministrazione Comunale d’Inverigo di aderire al Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) “Zoc del Peric”. Il PLIS attualmente comprende una parte dei territori fra Alzate Brianza e Lurago d’Erba e, con l’ampliamento proposto, si estenderebbe ulteriormente comprendendo un’ampia area del territorio di Cremnago.

Le Associazioni sono favorevoli all’allargamento perché è la realizzazione di un desiderio da tempo auspicato che aveva visto un primo riconoscimento con l’inserimento di una norma specifica nel PGT comunale di Inverigo del 2014. Infatti, con l’individuazione delle aree ad integrazione del “Zoc del Peric”, il Comune d’Inverigo ha voluto accrescere la salvaguardia dei valori paesaggistici-naturalistici attraverso la connessione territoriale fra i tre comuni e le aree protette limitrofe, garantire un territorio in salute ed evitare ulteriore consumo di suolo.

Notevoli nuovi elementi storico-culturali e ambientali andranno ad arricchire l’elenco di quelli già presenti nel PLIS.  A solo titolo esemplificativo, vi sono le zone umide a nord di Cremnago (idrologicamente legate alle “Fontanelle” di Lurago"), l’esteso bosco che si sviluppa fra la Val Francia e la Valsorda fino a lambire la Riserva Naturale “Fontana del Guerc”, le vie campestri che ricalcano antiche strade maestre, le cappelle votive delle dimenticate rogazioni, ed i roccoli, a cui raramente sono state dedicate attenzioni come monumenti arborei e luoghi caratterizzanti di storia locale.

Infine, la scelta di unire le aree di Cremnago a un PLIS piuttosto che a un Parco Regionale non deve essere interpretato come la volontà di applicare una minore tutela ambientale ma, al contrario, è da intendersi come anelito di una comunità di decidere ciò che è meglio e più opportuno per il proprio territorio. C’è il desiderio di un rapporto con l’ambiente tramite il recupero delle pratiche tradizionali locali le quali sono meno soggette a logiche “calate dall’alto” che, a loro volta, sono talvolta dettate da interessi estranei a quelli delle comunità e dei loro territori.
Non a caso l’assemblea si svolgerà in una pubblica piazza, aperta a tutti, come si usava secoli fa per discutere delle questioni importanti.

L’incontro è previsto all’aperto e in caso di maltempo si terrà, stesso giorno e orario, presso la sala consiliare del Palazzo Comunale d’Inverigo in Via E. Fermi 1.

Per informazioni scrivere a: arturobinda@libero.it

domenica 2 settembre 2018

Oggiono rende omaggio al bicentenario del viaggio in Brianza di Stendhal



Si svolge ad Oggiono la rassegna che, fino al 29 settembre, renderà omaggio al bicentenario del viaggio in Brianza di Stendhal. Tante le iniziative in programma che riportiamo di seguito.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI:

2, 8 e 9 settembre
cortili Caccia Dominioni, Oggiono
mostra di sculture “Angelo Tenchio – Invito al viaggio”
a cura di Roberto Borghi e del Circolo culturale Angelo Tenchio

dal 22 al 30 settembre
inaugurazione 22 settembre, ore 11
Villa Sironi, Oggiono
mostra fotografica “Seguendo Stendhal”
di Beatrice Colombo e Giancarlo Gimona

22 settembre, ore 15
Villa Sironi, Oggiono
“Raccontare il Genio: Stendhal e Rossini”
con Stefano Lamon
a cura dell’Assessorato alle culture, tradizioni, autonomie e identità locali Città di Oggiono

23 settembre, ore 11
Villa Sironi, Oggiono
incontro con Antonio Monteverdi
a cura dell’Assessorato alle culture, tradizioni, autonomie e identità locali Città di Oggiono

23 settembre, ore 15
Villa Sironi, Oggiono
“Simposio sulla Bellezza”
con Laura Campanello
a cura dell’Assessorato alle culture, tradizioni, autonomie e identità locali Città di Oggiono

29 settembre, ore 15
Villa Sironi, Oggiono
“Il sogno della Grandeur”
a cura dell’Assessorato alle culture, tradizioni, autonomie e identità locali Città di Oggiono

Il "Diario del viaggio in Brianza" pubblicato dall'associazione culturale "Brianze".