sabato 2 luglio 2022

Escursione al Fosso del Rochetto in compagnia di WWF, Legambiente e Comitato Parco Groane-Brughiera


 

L'Oasi "Fosso del Ronchetto", istituita nel 1994 con l'accordo tra Comune di Seveso e le Associazioni WWF Groane e Legambiente Circolo Laura Conti che la gestiscono, è curata da volontari che con il loro lavoro contribuiscono alla tutela e alla crescita di quest'area rinaturalizzata che si estende su una superficie di circa 8 ettari, con un Bosco di robinie, betulle, carpini, querce, olmi, castagni e ciliegi. Un chilometro di sentieri, 1000 nuove piante messe a dimora, la creazione di 3 aree umide, un Ambiente recuperato.
Un'escursione facile, adatta a tutti, per "riappropriarci" del Parco delle Groane e della Brughiera.
Nell'occasione verrà sottoscritto il rinnovo della convenzione per la gestione dell'Oasi.
 

Prenotazione e registrazione obbligatoria: 330/225140 - deleqatolombardia@wwf.it

Como Pride Week 2022: il calendario delle iniziative


Riceviamo e pubblichiamo

 

Giovedì 30 giugno 2022 presso la sede del CSV di Como si è tenuta la conferenza stampa di lancio e presentazione del Como Pride 2022, organizzato da Como Pride e Arcigay Como.  
 


Il Como Pride 2022 avrà inizio sabato 9 luglio alle 14.00 con ritrovo al Parcheggio Ippocastano. Alle 15.00 prenderà il via il corteo che attraverserà la città lungo Viale Aldo Moro, Via Giuseppe Sirtori, Viale Battisti, Viale N. Sauro, V. Bertinelli, Piazza verdi, Via Rodari, Piazza Roma, Piazza Cavour, Lungo Lario Trento, Viale Marconi.
All'arrivo in Viale Marconi (giardini a Lago), ci sarà un evento con band e artisti, esibizioni di drag queen e tante altre attività fino alle ore 21.00 circa.


"Per lanciare il Pride abbiamo pensato e organizzato una pride week, ossia una settimana di attività varie, dal cineforum ai dibattiti, che vi invitiamo a controllare sulle nostre pagine social!"
Ha affermato in conferenza Lux di Como Pride.
 


PRIDE WEEK 2002🌈✨
una rassegna di eventi e appuntamenti in vista del Como Pride di sabato 9 luglio:

  • 🔥venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 luglio: tuttu a ballare al wow festival! 🎤
  • 🔥domenica 3: h 21:00 drag show all’Ostello bello, Como
  • ✨lunedì 4 luglio: h 16:30 Circolo Arci Xanadù, Spazio Gloria, Cineforum queer: proiezione e commento del film “Pride” 🎞
  • ✨martedì 5 luglio: h 18:30 Ostello bello, Como, dibattito e aperitivo: aborto, stigma e diritti riproduttivi dall’America all’Italia. Con Onde Rosa, Lilim Ambra e altru ospitu specialu ♀️
  • ✨ 6 luglio: h 14:30 Centro Diurno San Martino, Como (Via Castelnuovo), inaugurazione mostra “Invisibili”, photo portrait project di Alle Bonicalzi 🎨📸




QUI TUTTE LE INFO ⬇️⬇️
https://www.instagram.com/p/CfUfWMEKiMS/?igshid=YmMyMTA2M2Y=

venerdì 24 giugno 2022

Una camminata nella natura, tra la Brughiera e il lago di Montorfano


Una bella giornata passata tra la Brughiera e il lago di Montorfano. Si è svolta domenica 19 giugno la Camminata naturalistica, organizzata dal Circolo Ambiente "Ilaria Alpi", in collaborazione con l'associazione ‘L'Ontano’.



Il gruppo di escursionisti, partito dall'area del Santuario di Alzate, si è inoltrato nella Brughiera compresa tra i comuni di Alzate e di Orsenigo; quindi si è raggiunta l'area della Riserva naturale del Lago di Montorfano dove, grazie alla guida dei membri de ‘L'Ontano’, Matteo Scarso e Antonio Ponti, i partecipanti hanno scoperto gli aspetti naturalistici e ambientali che riguardano il lago e il suo territorio. Impossibile non rilevare, purtroppo, la presenza delle numerose auto parcheggiate a ridosso del lido, situazione che dovrebbe risultare incompatibile con la Riserva naturale!



Il gruppo di escursionisti si è quindi recato sulla sommità della collina di Montorfano, dove l'esperta Chiara Tettamanti, ha illustrato le caratteristiche ambientali della collina, nonché la storia del castello, oggi riconoscibile solo attraverso le rovine.

La camminata è dunque stata l'occasione per conoscere gli aspetti ambientali, naturalistici e storici di queste zone del nostro territorio, scampate alla cementificazione e che necessiterebbero di ulteriori tutele.

Durante l'escursione un gruppetto di volontari ha inoltre provveduto a raccogliere i rifiuti rinvenuti lungo i sentieri, recuperando ben tre sacchi di materiale vario, soprattutto plastica.

Soddisfatti i membri del Circolo Ambiente, Roberto Fumagalli e Marco Jussen, che hanno accompagnato il gruppo durante l'escursione.  

L’evento è parte del progetto ID 2285150 ‘Il futuro è oggi’, di Arci Como, Auser Como, Legambiente Como, L’isola che c’è, Battito d’ali, Sentiero dei sogni e ecoinformazioni, approvato e finanziato con DDUO n. 16298/2020 dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e da Regione Lombardia.

martedì 21 giugno 2022

Due escursioni in Brughiera alla scoperta degli animali notturni e delle fornaci di Meda

 a cura del COMITATO PARCO REGIONALE GROANE - BRUGHIERA

Se vuoi godere il fresco serale o l'ombra diurna passeggiando in Brughiera, questo fine settimana, ti consigliamo di partecipare a questi eventi:

 

MEDA NOTTURNA E I SUOI ANIMALI



Sabato 25 giugno 2022, ritrovo alle ore 20.45, in fondo a via Varese a Meda (MB).
Escursione notturna in compagnia di Lucciole e Allocchi.
ISCRIZIONE OBBLIGATORIA A NUMERO LIMITATO APRENDO QUESTO LINK: https://bit.ly/escursione-notturna-Meda-25-06 

 

 

LE FORNACI DI MEDA


Domenica 26 giugno 2022, ritrovo alle ore 8.45 con partenza alle ore 9.00, sempre in fondo a via Varese a Meda (MB).
Passeggiata attraverso la Brughiera per parlare di fornaci e estrazione dell'argilla con arrivo alla Fornace Fusari di Mariano Comense (CO). Qui si visiterà la fornace e gli attrezzi utilizzati fino alla metà del secolo scorso per la produzione di mattoni e laterizi vari per l'edilizia e per oggetti domestici.
ISCRIZIONE OBBLIGATORIA A NUMERO LIMITATO APRENDO QUESTO LINK: https://bit.ly/escursione-26-06-Meda

 

Entrambe le escursioni sono a numero limitato e quindi è consigliabile iscriversi subito, prima che si esauriscano le prenotazioni.

Vi aspettiamo, come sempre, con il vostro entusiasmo per le cose che si possono conoscere della Brughiera e che ci spingono da vari decenni a ritornare ogni volta con la stessa determinazione nell'organizzare queste uscite nel Parco. 

lunedì 20 giugno 2022

Ul mazz de San Giuàn. Passeggiata post-solstiziale lungo il Lambro

 

 

Associazione Culturale Brianze e il Mulino del Può
presentano


Ul mazz de San Giuàn
Camminata post-solstiziale lungo le rive del Lambro 

tra erbe selvatiche e acque sorgive 

alla scoperta di antichi usi e tradizioni 

 

25 giugno 2022, dalle 15.00 alle ore 17.00

 

Dopo la camminata merenda "lambrica" al Mulino con erbe spontanee e ricette audaci.
Con Fabio Galimberti esperto raccoglitore.
Merenda e mini lezione sugli usi in cucina cura di Gabriella del Mulino del Può.

Info:

Costo persona €15, posti disponibili 25
Ritrovo Mulino Ronchi di Peregallo Via dei Mulini,4 - Briosco MB
Parcheggio in via Peregallo in fondo sinistra
Per info e prenotazioni 333.8024913 gab.masciave@gmail.com

 

Con il Patrocinio di:
Parco Regionale Valle del Lambro e Comune di Briosco.

venerdì 17 giugno 2022

Inverigo. Una mostra fotografica tra ambiente, clima e futuro

Mostra fotografica
BRIANZE di Elio Pozzoli
TAKEOVER di Giorgio Formenti
I CUSTODI DELLA MEMORIA di Elio Pozzoli
Tenuta Pomelasca, Cortile della Fattoria, via Privata Sormani, 3 - Inverigo (Co)
dal 18 Giugno al 26 Giugno
Inaugurazione Mostra
Sabato 18 Giugno ore 16.30
 

di Gianni Del Pero, Presidente WWF Lombardia

L'Ambiente Naturale e l'Ambiente costruito si confrontano nelle "Brianze" e trovano interessanti momenti di integrazione che la Fotografia ha il merito di esaltare fissando in immagine la Grande Bellezza delle opere dell'Uomo che si stagliano su sfondi e scenari naturali incomparabili.
II divenire della vita e delle attività umane ci porta però sempre più spesso a percepire lo spazio urbano come artificiale e antropizzato ma in realtà le nostre città e ancor più i nostri paesi racchiudono ancora una biodiversità inaspettatamente ricca: lembi di aree naturali o rinaturalizzate, parchi e giardini, abitazioni e palazzi, aree agricole e orti urbani, finanche i margini delle nostre strade, dove la Natura si ripropone giorno per giorno per riappropriarsi degli spazi consumati in decenni di miope uso e abuso del territorio.
E' l'azione del tempo che passa viene immortalata dalla magia delle immagini in bianco e nero: la vegetazione, nonostante le sempre maggiori difficoltà indotte da un Clima che abbiamo contribuito a modificare, incornicia e rielabora gli oggetti abbandonati del Passato e definisce l'unica concreta prospettiva di un Futuro sostenibile.
WWF è impegnato da oltre 60 anni nella conservazione e nella valorizzazione dell'Ambiente. La Fotografia è uno strumento eccezionale per raggiungere questi obiettivi documentando e facendoci capire che "La terra non è un'eredità ricevuta dai nostri padri ma un prestito da restituire ai nostri figli" .

 


Informazioni utili:

La mostra rimarrà aperta fino al 26 giugno con i seguenti orari 

  • Sabato 18: dalle 16.30 alle 18.00
  • Sabato 25 e domenica 19 e 26: 10.00-12.30 e 15.00-18.00
  • Martedì 21 e giovedì 23: 15.00-18.00 e 20.00-22.00
  • ingresso libero

WWF Lombardia: "Siccità. I gestori degli invasi devono rilasciare le acque stoccate. Il deflusso minimo vitale dev'essere garantito"

Il Lambro a Monza (fonte immagine: Enpa)

 

di Gianni Del Pero, Presidente del WWF Lombardia

 

Uno dei più clamorosi successi del WWF e del movimento ambientalista: la Regione ottiene l'immediato incremento dei rilasci dagli invasi idroelettrici alpini, e di conseguenza dai grandi laghi, di 4 milioni di metri cubi per il bacino dell'Adda oltre a 1 per il bacino dell'Oglio. Anche se si poteva fare di più un passo nella giusta direzione: la pianura si disseta, si riattivano le produzioni termoelettriche e non mettere a rischio la produzione agricola nel periodo più critico del ciclo di irrigazione!

 

Per leggere l'articolo su Fanpage cliccare qui

Il comunicato diffuso ieri dal WWF Lombardia
 
Regione Lombardia faccia applicare il Patto per l'acqua sottoscritto nel 2009 da tutti i soggetti coinvolti nella gestione e negli utilizzi delle risorse idriche ed eserciti i suoi poteri di vigilanza sulle concessioni che devono operare in regime di sussidiarietà senza attendere l'intervento del Commissario Straordinario di Protezione Civile che già dal 2003 obbligò i gestori degli Invasi Idroelettrici, e i Grandi Laghi di conseguenza, a rilasciare le acque stoccate viste le esigenze immediate delle diverse categorie in sofferenza a valle. Nell'ordine di priorità, ma ormai tutti in emergenza: acquedotti, deflusso minimo vitale nei fiumi, uso irriguo, derivazioni ad uso  termoelettrico (A2A ha chiuso le sue centrali sul Po anche perchè dagli invasi alpini che gestisce l'Acqua non "scende") e idroelettrico. OGGI 16 GIUGNO l'Adda può contare su 250 MILIONI DI METRI CUBI D'ACQUA che DEVONO ESSERE RILASCIATI PRIMA POSSIBILE per dissetare la pianura, riattivare le produzioni termoelettriche (incredibile dimenticanza in periodo anche di crisi energetica!!!) e non mettere a rischio la produzione agricola nel periodo più critico del ciclo di irrigazione!