venerdì 24 giugno 2022

Una camminata nella natura, tra la Brughiera e il lago di Montorfano


Una bella giornata passata tra la Brughiera e il lago di Montorfano. Si è svolta domenica 19 giugno la Camminata naturalistica, organizzata dal Circolo Ambiente "Ilaria Alpi", in collaborazione con l'associazione ‘L'Ontano’.



Il gruppo di escursionisti, partito dall'area del Santuario di Alzate, si è inoltrato nella Brughiera compresa tra i comuni di Alzate e di Orsenigo; quindi si è raggiunta l'area della Riserva naturale del Lago di Montorfano dove, grazie alla guida dei membri de ‘L'Ontano’, Matteo Scarso e Antonio Ponti, i partecipanti hanno scoperto gli aspetti naturalistici e ambientali che riguardano il lago e il suo territorio. Impossibile non rilevare, purtroppo, la presenza delle numerose auto parcheggiate a ridosso del lido, situazione che dovrebbe risultare incompatibile con la Riserva naturale!



Il gruppo di escursionisti si è quindi recato sulla sommità della collina di Montorfano, dove l'esperta Chiara Tettamanti, ha illustrato le caratteristiche ambientali della collina, nonché la storia del castello, oggi riconoscibile solo attraverso le rovine.

La camminata è dunque stata l'occasione per conoscere gli aspetti ambientali, naturalistici e storici di queste zone del nostro territorio, scampate alla cementificazione e che necessiterebbero di ulteriori tutele.

Durante l'escursione un gruppetto di volontari ha inoltre provveduto a raccogliere i rifiuti rinvenuti lungo i sentieri, recuperando ben tre sacchi di materiale vario, soprattutto plastica.

Soddisfatti i membri del Circolo Ambiente, Roberto Fumagalli e Marco Jussen, che hanno accompagnato il gruppo durante l'escursione.  

L’evento è parte del progetto ID 2285150 ‘Il futuro è oggi’, di Arci Como, Auser Como, Legambiente Como, L’isola che c’è, Battito d’ali, Sentiero dei sogni e ecoinformazioni, approvato e finanziato con DDUO n. 16298/2020 dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e da Regione Lombardia.

martedì 21 giugno 2022

Due escursioni in Brughiera alla scoperta degli animali notturni e delle fornaci di Meda

 a cura del COMITATO PARCO REGIONALE GROANE - BRUGHIERA

Se vuoi godere il fresco serale o l'ombra diurna passeggiando in Brughiera, questo fine settimana, ti consigliamo di partecipare a questi eventi:

 

MEDA NOTTURNA E I SUOI ANIMALI



Sabato 25 giugno 2022, ritrovo alle ore 20.45, in fondo a via Varese a Meda (MB).
Escursione notturna in compagnia di Lucciole e Allocchi.
ISCRIZIONE OBBLIGATORIA A NUMERO LIMITATO APRENDO QUESTO LINK: https://bit.ly/escursione-notturna-Meda-25-06 

 

 

LE FORNACI DI MEDA


Domenica 26 giugno 2022, ritrovo alle ore 8.45 con partenza alle ore 9.00, sempre in fondo a via Varese a Meda (MB).
Passeggiata attraverso la Brughiera per parlare di fornaci e estrazione dell'argilla con arrivo alla Fornace Fusari di Mariano Comense (CO). Qui si visiterà la fornace e gli attrezzi utilizzati fino alla metà del secolo scorso per la produzione di mattoni e laterizi vari per l'edilizia e per oggetti domestici.
ISCRIZIONE OBBLIGATORIA A NUMERO LIMITATO APRENDO QUESTO LINK: https://bit.ly/escursione-26-06-Meda

 

Entrambe le escursioni sono a numero limitato e quindi è consigliabile iscriversi subito, prima che si esauriscano le prenotazioni.

Vi aspettiamo, come sempre, con il vostro entusiasmo per le cose che si possono conoscere della Brughiera e che ci spingono da vari decenni a ritornare ogni volta con la stessa determinazione nell'organizzare queste uscite nel Parco. 

lunedì 20 giugno 2022

Ul mazz de San Giuàn. Passeggiata post-solstiziale lungo il Lambro

 

 

Associazione Culturale Brianze e il Mulino del Può
presentano


Ul mazz de San Giuàn
Camminata post-solstiziale lungo le rive del Lambro 

tra erbe selvatiche e acque sorgive 

alla scoperta di antichi usi e tradizioni 

 

25 giugno 2022, dalle 15.00 alle ore 17.00

 

Dopo la camminata merenda "lambrica" al Mulino con erbe spontanee e ricette audaci.
Con Fabio Galimberti esperto raccoglitore.
Merenda e mini lezione sugli usi in cucina cura di Gabriella del Mulino del Può.

Info:

Costo persona €15, posti disponibili 25
Ritrovo Mulino Ronchi di Peregallo Via dei Mulini,4 - Briosco MB
Parcheggio in via Peregallo in fondo sinistra
Per info e prenotazioni 333.8024913 gab.masciave@gmail.com

 

Con il Patrocinio di:
Parco Regionale Valle del Lambro e Comune di Briosco.

venerdì 17 giugno 2022

Inverigo. Una mostra fotografica tra ambiente, clima e futuro

Mostra fotografica
BRIANZE di Elio Pozzoli
TAKEOVER di Giorgio Formenti
I CUSTODI DELLA MEMORIA di Elio Pozzoli
Tenuta Pomelasca, Cortile della Fattoria, via Privata Sormani, 3 - Inverigo (Co)
dal 18 Giugno al 26 Giugno
Inaugurazione Mostra
Sabato 18 Giugno ore 16.30
 

di Gianni Del Pero, Presidente WWF Lombardia

L'Ambiente Naturale e l'Ambiente costruito si confrontano nelle "Brianze" e trovano interessanti momenti di integrazione che la Fotografia ha il merito di esaltare fissando in immagine la Grande Bellezza delle opere dell'Uomo che si stagliano su sfondi e scenari naturali incomparabili.
II divenire della vita e delle attività umane ci porta però sempre più spesso a percepire lo spazio urbano come artificiale e antropizzato ma in realtà le nostre città e ancor più i nostri paesi racchiudono ancora una biodiversità inaspettatamente ricca: lembi di aree naturali o rinaturalizzate, parchi e giardini, abitazioni e palazzi, aree agricole e orti urbani, finanche i margini delle nostre strade, dove la Natura si ripropone giorno per giorno per riappropriarsi degli spazi consumati in decenni di miope uso e abuso del territorio.
E' l'azione del tempo che passa viene immortalata dalla magia delle immagini in bianco e nero: la vegetazione, nonostante le sempre maggiori difficoltà indotte da un Clima che abbiamo contribuito a modificare, incornicia e rielabora gli oggetti abbandonati del Passato e definisce l'unica concreta prospettiva di un Futuro sostenibile.
WWF è impegnato da oltre 60 anni nella conservazione e nella valorizzazione dell'Ambiente. La Fotografia è uno strumento eccezionale per raggiungere questi obiettivi documentando e facendoci capire che "La terra non è un'eredità ricevuta dai nostri padri ma un prestito da restituire ai nostri figli" .

 


Informazioni utili:

La mostra rimarrà aperta fino al 26 giugno con i seguenti orari 

  • Sabato 18: dalle 16.30 alle 18.00
  • Sabato 25 e domenica 19 e 26: 10.00-12.30 e 15.00-18.00
  • Martedì 21 e giovedì 23: 15.00-18.00 e 20.00-22.00
  • ingresso libero

WWF Lombardia: "Siccità. I gestori degli invasi devono rilasciare le acque stoccate. Il deflusso minimo vitale dev'essere garantito"

Il Lambro a Monza (fonte immagine: Enpa)

 

di Gianni Del Pero, Presidente del WWF Lombardia

 

Uno dei più clamorosi successi del WWF e del movimento ambientalista: la Regione ottiene l'immediato incremento dei rilasci dagli invasi idroelettrici alpini, e di conseguenza dai grandi laghi, di 4 milioni di metri cubi per il bacino dell'Adda oltre a 1 per il bacino dell'Oglio. Anche se si poteva fare di più un passo nella giusta direzione: la pianura si disseta, si riattivano le produzioni termoelettriche e non mettere a rischio la produzione agricola nel periodo più critico del ciclo di irrigazione!

 

Per leggere l'articolo su Fanpage cliccare qui

Il comunicato diffuso ieri dal WWF Lombardia
 
Regione Lombardia faccia applicare il Patto per l'acqua sottoscritto nel 2009 da tutti i soggetti coinvolti nella gestione e negli utilizzi delle risorse idriche ed eserciti i suoi poteri di vigilanza sulle concessioni che devono operare in regime di sussidiarietà senza attendere l'intervento del Commissario Straordinario di Protezione Civile che già dal 2003 obbligò i gestori degli Invasi Idroelettrici, e i Grandi Laghi di conseguenza, a rilasciare le acque stoccate viste le esigenze immediate delle diverse categorie in sofferenza a valle. Nell'ordine di priorità, ma ormai tutti in emergenza: acquedotti, deflusso minimo vitale nei fiumi, uso irriguo, derivazioni ad uso  termoelettrico (A2A ha chiuso le sue centrali sul Po anche perchè dagli invasi alpini che gestisce l'Acqua non "scende") e idroelettrico. OGGI 16 GIUGNO l'Adda può contare su 250 MILIONI DI METRI CUBI D'ACQUA che DEVONO ESSERE RILASCIATI PRIMA POSSIBILE per dissetare la pianura, riattivare le produzioni termoelettriche (incredibile dimenticanza in periodo anche di crisi energetica!!!) e non mettere a rischio la produzione agricola nel periodo più critico del ciclo di irrigazione!

Camminata naturalistica dalla Brughiera al lago di Montorfano


Si terrà domenica 19 giugno 2022 la Camminata naturalistica 'dalla Brughiera al lago di Montorfano', organizzata dal Circolo Ambiente "Ilaria Alpi", in collaborazione con l'associazione ‘L'Ontano’.

Si tratta di un'escursione guidata che percorrerà i sentieri dalla brughiera, tra Alzate e Orsenigo, fino alla riserva naturale del lago di Montorfano. Un'occasione quindi per conoscere più a fondo gli aspetti naturalistici del nostro territorio, in particolare quelli della brughiera e del lago di Montorfano, inclusa la visita alle rovine del castello di Montorfano, sito in cima all'omonima collina.

La partenza è prevista per le ore 9:00 dal Santuario di Alzate Brianza; il percorso totale (andata e ritorno) è di circa 15 km, con un dislivello indicativo di 200 metri. Dopo aver percorso il tratto nella brughiera tra Alzate e Orsenigo, si giungerà alle sponde del lago e quindi alla collina di Montorfano, dove gli escursionisti saranno  guidati dai membri dell'associazione L'Ontano. Il rientro è previsto per le ore 16 circa, sempre al Santuario di Alzate.
La camminata è aperta a tutti, adulti e bambini; è preferibile inviare un'email a info@circoloambiente.org .
Si raccomanda di portare il pranzo al sacco e acqua, si consigliano scarpe da trekking leggero e abbigliamento adeguato.


L’evento è inserito nel progetto ID 2285150 ‘Il futuro è oggi’, di Arci Como, Auser Como, Legambiente Como, L’isola che c’è, Battito d’ali, Sentiero dei sogni e ecoinformazioni, approvato e finanziato con DDUO n. 16298/2020 dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e da Regione Lombardia.

Como Pride 2022: appuntamento sabato 9 luglio


 

Riceviamo e pubblichiamo


L'anno scorso, il 24 aprile, ci siamo trovati in Piazza Verdi quasi per caso, per mostrare sostegno a un ragazzo vittima di un'aggressione homobitrans fobica. Non potevamo stare fermi davanti alle violenze che non solo vedevamo, ma che vivevamo anche ogni giorno, sui mezzi, per le strade, nelle nostre famiglie. Siamo scesu in piazza e ci siamo trovatu in mezzo a tantissime persone che come noi volevano finalmente alzare la testa e gridare che ognuno di noi ha il diritto di affermarsi come persona e di poter amare chi vuole.



La rabbia e il desiderio che abbiamo sentito lì in quella piazza, quello di rendere davvero questa città anche a casa nostra e di sentirla come un luogo sicuro l'abbiamo preso, e da lì, da quella speranza e da quel sogno, abbiamo deciso che quello era il momento giusto per iniziare a pensare al Como Pride, il Pride che tornava a Como dopo 22 anni dall'ultima volta.

Da lì, dal Pride dell'anno scorso, come Pride è diventata una famiglia, un luogo sicuro di confronto e di crescita, un luogo di ascolto. In questo anno non ci siamo mai fermatu e abbiamo lavorato fino ad oggi per lanciare anche quest'anno il Pride; Ci siamo ritrovatu, abbiamo discusso, abbiamo fatto assemblee ed eventi con un unico obiettivo: rendere Como la città di tuttu. Vogliamo che l’intera città di Como inizi a prendere in considerazione ogni soggettività all'interno di essa, al fine di includere e non più nascondere, ascoltare e non più zittire. Quest'anno siamo qui ancora più incazzatu e niente ci fermerà.


Il Pride di quest’anno, sabato 9 luglio, partirà con un corteo, ritrovo ore 14:00 al Parcheggio Ippocastano, per poi arrivare al tempio Voltiano, come l’anno scorso.
 

Il pride è la lotta di tuttu, è lotta transfemminista e intersezionale.
È la bellezza dell'unione di tutte quelle soggettività costantemente represse.
È forza che brucia nel petto che non puoi controllare.
È il grido altissimo di tutte quelle persone che non hanno voce.
È rabbia organizzata che divampa nei corpi e si riprende tutto.


Vogliamo stravolgere questa città e lo faremo sabato 9 luglio!


Video lancio Como pride 2022: https://www.instagram.com/tv/Cenk-6_qIxL/?igshid=YmMyMTA2M2Y=