domenica 20 luglio 2014

Casa dell'acqua a Seregno: consigli per l'uso


Su questo blog ci siamo occupati diverse volte della Casa dell'Acqua di Seregno. In questi giorni il Comune ha diffuso un volantino per promuoverne un corretto utilizzo. Lo pubblichiamo volentieri.

L'amministrazione comunale di Seregno, in collaborazione con BrianzAcque, ha installato la Casa dell'acqua  presso il parcheggio del mercato sul lato di via Donizetti.

La Fonte del Comune è un moderno impianto per la distribuzione di acqua naturale a temperatura ambiente, naturale fredda e gasata fredda proveniente dalla rete idrica cittadina: buona, sicura e ottima da bere perché certificata da rigorosi controlli periodici dell'Asl e del Laboratorio della società di erogazione BrianzAcque.

Le caratteristiche chimico-fisiche ne garantiscono la qualità e la purezza: sul sito di BrianzAcque sono disponibili le analisi dell'acqua di tutto il territorio di Seregno.

Come funziona

Il cittadino, munito di propri contenitori, potrà usufruire del servizio tramite moneta direttamente alla Fonte del Comune o tramite tessera, in vendita presso un distributore automatico nella sede comunale di via Umberto al costo di € 3,00 e ricaricabile presso la fonte stessa; il costo dell'acqua è di 5 centesimi di euro al litro indipendentemente dal tipo di acqua scelta.

Consigli per un corretto utilizzo della Fonte del Comune
  • evitare di fare scorta: potete rifornirvi ogni giorno 24 ore su 24;
  • consumare l'acqua entro 48 ore: questo limite dipende dal fatto che i contenitori non sono sterili, quindi l'acqua potrebbe deteriorarsi nel tempo;
  • utilizzate preferibilmente bottiglie di vetro e ricordate di sciacquarle prima dell'uso;
  • non lasciate i contenitori esposti al sole e alle intemperie.
Utilizzando la fonte, contribuirete a ridurre significativamente l'impatto ambientale che le migliaia di bottiglie di plastica e relativo trasposrto provocano sul nostro territorio.

Flavio Sambruni, Assessore ai Parchi, all'Ecologia e all'Ambiente
.

Nessun commento:

Posta un commento