giovedì 6 maggio 2010

Oasi WWF di Vanzago: una storia a lieto fine

A fine marzo le guardie WWF di Brescia, impegnate in attività di vigilanza per contrastare il bracconaggio primaverile, sorpresero un cacciatore bresciano con un impianto di cattura per anatre selvatiche.

Durante l’operazione, coadiuvati dai Carabinieri, furono sequestrate oltre a 2 gabbie trappola anche una quarantina di anatre selvatiche portate successivamente al CRAS di Vanzago per le opportune cure.

Antonio Delle Monache del WWF ci ha raccontato: "Il primo maggio, in occasione della liberazione di una decina di germani reali ripuliti dal petrolio del Lambro, anche le “nostre” alzavole, fischioni, codoni e marzaiole hanno riacquistato la liberta nell'oasi di Vanzago. Grande la soddisfazione ed emozione!!!"

1 commento:

  1. ma come le aveva costruito le trappole

    RispondiElimina