lunedì 1 luglio 2024

Lambrada 2024: Festival delle arti, delle scienze e delle storie lungo le rive del Lambro

L'interno del Mulino Resica

Lambrada 2024 è una rassegna dedicata alla valorizzazione del territorio della Valle del Lambro, attraverso spettacoli, danze folk e passeggiate.

La Lambrada, patrocinata dal Parco Regionale della Valle del Lambro, si propone di promuovere i territori brianzoli seguendo il corso del fiume Lambro. Quest'anno, il progetto giunge alla sua terza edizione e si estende al Comune di Verano Brianza.

 


EVENTO ANNULLATO A CAUSA DEL MALTEMPO 

L'evento principale avrà luogo domenica 7 luglio 2024 alle ore 15.30 con il tour della Valle dei Mulini, guidato da studiosi e storici locali, che condurranno i partecipanti da Molino Filo di Verano Brianza ai Mulini Resica e Bistorgio, raccontando la storia della manifattura Bevilacqua. A seguire, nella corte del Mulino Bistorgio, si terranno musiche e danze folk con la partecipazione del gruppo musicale Macramè.

  • Il ritrovo è previsto al Molino Filo, via Molino Filo, Verano Brianza, alle ore 15.30. In caso di pioggia, l'evento sarà rinviato a una data da definirsi.
  • Evento aperto a tutti, partecipazione gratuita.
  • Info e prenotazione (consigliata): 3338024913 - gab.masciave@gmail.com

 

Paolo Pirola, presidente di Brianze, ci spiega: "Il termine Lambrada prende spunto dal titolo di una canzone di Francesco Magni, vincitore nel 1993 del festival della canzone ecologica 'Chico Mendes' a Torino. Lambrada perché il fiume Lambro, come il dialetto, ha attraversato per secoli la storia della nostra terra: la Brianza. Il fiume è cambiato, così come è cambiata la lingua che parliamo. Un tempo si scendeva al Lambro per lavorare: nei mulini prima, nelle filande poi. Era un lavoro duro, come era dura la vita di allora. Oggi scendiamo al fiume per passeggiare nella natura, per andare in mountain bike, persino per pescare. La Valle del Lambro è oggi per i briantei un parco longitudinale: un meridiano verde che attraversa il parallelo dell'operosa Brianza."

Nessun commento:

Posta un commento